martedì 10 luglio 2018

Temptu Airpod e Airpod Pro: Come usare, riparare e organizzare le vostre capsule Airpod


Airpod Trouble shooting


Nel 2015 Temptu ha lanciato il rivoluzionario sistema portatile Temptu Air: un piccolo e silenzioso compressore palmare senza cavi che si carica tramite connettore USB e che può essere usato dovunque, con tre livelli di pressione selezionabili. Il sistema usa le capsule brevettate di Temptu chiamate Airpod, in pratica delle cartucce di colore pre-caricate che dispensano il colore attraverso un meccanismo aerografo al loro interno, con un ago manovrato da un pistone che si aggancia al corpo dell'applicatore con un click. Naturalmente l'uso di capsule pre-caricate è limitato al colore che ognuna di essa contiene, quindi per offrire più flessibilità ai suoi utilizzatori, poco dopo il lancio dell'applicatore Temtpu Air il marchio ha messo in vendita una capsula particolare chiamata Airpod Pro, che è in pratica un Airpod con il serbatoio aperto che può essere ricaricato con qualsiasi altro prodotto per aerografo, permettendo così di mescolare i colori con grande libertà creativa.
Il grande vantaggio degli Airpod e del sistema Airpod Pro è la praticità: sebbene non siano esattamente ecologiche, secondo il marketing di Temtpu queste capsule possono essere semplicemente inserite con un click nell'applicatore e non richiedono altro tipo di mantenimento e pulizia. Ma è veramente così?

Il fatto è che ogni tipo di sistema aerografo, dal più semplice ed economico al più sofisticato e costoso, prima o poi avrà bisogno di una procedura di manutenzione. Quindi si, gli Airpod si possono bloccare, o più spesso possono avere dei problemi con l'emissione del prodotto che si nebulizzerà in modo irregolare e "puntinato", specialmente se non usate le capsule tutti i giorni e se non vi prendete cura di loro. La buona notizia è che con un minimo di manutenzione potete farle tornare a funzionare perfettamente, e che eseguire questa manutenzione è facile e veloce, e comunque più rapido della pulizia di un aerografo tradizionale. Il video incluso qui mostra esattamente il processo passo dopo passo di come si utilizzano un Airpod ed un Airpod Pro per la prima volta, e di come si fa a farli tornare perfettamente funzionante in caso di problemi. Guardatelo, e poi continuate a leggere qualche consiglio extra per i professionisti.



.
Alcool o Temtpu S/B Cleaner?
Io preferisco usare l'alcool per pulire l'Airpod perchè fa prima a sciogliere i residui di makeup induriti. Non mi preoccupo se una goccia o due scivolano dentro il canale dell'ago se scaricherò subito dopo con l'aria, perchè l'alcool non riuscirà a raggiungere il resto del makeup nel serbatoio dell'Airpod. Non che succederebbe nulla di grave se ciò accadesse, ma preferisco mantenere il prodotto il più integro possibile. Quando si tratta di un blocco molto persistente, specialmente sugli Airpod degli illuminanti che contengono particelle brillanti e tendono a bloccarsi più facilmente, il modo più facile per risolvere il problema è di versare qualche goccia di del pulitore Temptu S/B Cleaner sulla punta del pod, e lasciare che venga "assorbita" dal meccanismo dell'ago per qualche minuto o anche qualche ora. Questo scioglierà il residuo indurito e ripristinerà la funzionalità dell'ago per una emissione perfetta. In questo caso preferisco il Cleaner S/B perchè è composto solo da silicone puro, quindi anche se raggiunge il resto del colore nel serbatoio non ne snaturerà la formula. 


Un Airpod Pro per ogni tipo di makeup
Sebbene io preferisca un aerografo tradizionale per applicare prodotti a base d'acqua di altre marche, ci sono delle situazioni dove per praticità potrei volere o dovere comunque usare un Airpod Pro. In questo caso è sempre meglio usare un Airpod specifico dedicato solo ad un tipo di prodotto a seconda della base, sia essa siliconica, alcolica o acqua. La maggior parte dei problemi di blocco nel trucco aerografo, indipendentemente dal tipo di applicatore che si usa, derivano dal residuo che si forma quando due formule a base diversa si mescolano nei più piccoli interstizi dello strumento. Usando solo un tipo di base in ogni Airpod si evita questo rischio e ci si può aspettare una performance molto migliore.

Organizzare i vostri Aripod
La forma delle capsule Airpod è elegante e futuristica, ma li rende anche incredibilmente difficili da organizzare. A me non piace metterli tutti insieme in una pochette perchè anche se i gusci di plastica sono molto resistenti, si potrebbero comunue formare delle crepe nelle parti interne che causerebbero delle fastidiosissime perdite di colore. Sebbene poi il guscio protegga la punta dell'ago, questa rimane comunqe esposta, e non voglio che urtando qualcosa possa piegarsi. E poi diciamocelo, che senso avrebbe usare un aggeggio così bello se dovessimo poi tenerlo in una borsa sporca e disordinata? E' per questo (oltre che per un caso acuto di disturbo ossessivo compulsivo) che ho creato il sistema di organizzazione che mostro nel video. Mi ha ispirato un post di instagram del CEO di Temptu stesso, che ha pubblicato una foto del kit Beauty Box organizzatissimo di SymiCat durante una sfilata di moda. Io ho superato la sua ossessione per la precisione creando alcuni inserti facili da realizzare con dei fogli di gomma piuma. Questi inserti si combinano per fornire spazi individuali che proteggono i pod dallo sbattere gli uni contro gli altri. Ho anche aggiunto delle etichette su ogni tappo cromato per due ragioni: prima di tutto ogni tappo sembra incastrarsi bene solo sulla sua capsula originale, e poi perchè non c'è niente che odio di più di dovere alzare ogni Aripod per vedere di che colore è quando lavoro. E' una cosa che infastidisce me e annoia la cliente. Posso solo sperare che Temtpu segua il mio suggerimento e si metta a produrre queste borse porta Airpod in modo industriale. Che dite, me ne regalerebbero una dopo questo post?

Suggerimento per organizzare i vostri Temtpu Airpod



1 commento: