sabato 8 agosto 2020

Dinair "The One": recensione del kit aerografo portatile con video demo

Dinair The One Kit


Una volta ogni tanto il mondo del makeup è scosso da una innovazione che ne influenzerà il corso per il prossimo futuro. Questo avviene sia nel campo più ampio delle grandi marche che in quello di nicchia del trucco aerografo. Il nuovo applicatore di Dinair, chimato "The One", rappresenta il prossimo passo e forse il punto di arrivo nel percorso verso la portabilità che è stato lo scopo di questo settore negli ultimi anni."The One" è un mini compressore incredibilmente compatto che è poco più grande e poco più pesante di un uovo, eppure riesce a funzionare in modo silenziosissimo e ad offrire una batteria molto durevole, una forma perfettamente ergonomica e cosa più importante un connettore a molla (chiamato comunemente "quick connect" in aerografia) che vi permette di cambiare aerografo in pochi secondi.

Come funziona
Dinair The One KitIl settaggio della pressione, che non è variabile, è regolato sulla potenza perfetta per nebulizzare senza problemi qualsiasi formula di Dinair (che sono tutte a base d'acqua), compresi i colori shimmer che contenendo particelle brillanti solitamente richiedono un aumento della pressione con un compressore standard. Il guscio del mini compressore è composto da un attraente polimero di gomma high tech che gli conferiscono un finish opaco satinato tipico di un gadget elettronico di fascia alta, con il logo di Dinair sul lato che riflette invece la luce e in fotografia sembra quasi argentato. L'unità presenta un solo bottone per accenderla e spegnerla, e come dicevo il rumore che emette è talmente basso da poterlo usare ad esempio in una stanza d'albergo senza timore di disturbare nessuno, anche se stanno dormendo separati solo da una sottile porta.

Il tempo di carica della batteria è di circa un'ora, con una luce rossa sul caricatore che diventerà verde per indicare che il caricamento è completo. La durata della batteria è decisamente notevole, andando oltre una settimana per l'applicazione quotidiana di base e trucco occhi semplice. La pressione tende a diminuire leggermente poco prima che la batteria si esaurisca, ma in ogni caso l'unità funziona perfettamente anche collegata alla rete elettrica tramite il caricatore, ed il lungo cavo in dotazione permette piena mobilità.
Dal punto di vista ergonomico, l'uso di The One dipende da voi. Se avete le mani piccole potete semplicemente reggere l'aerografo come fareste con qualsiasi altro, e dimenticherete presto la presenza del mini compressore. Se le vostre mani sono più grandi, il mini compressore si posizionerà naturalmente nel palmo, senza creare problemi. 




Il nuovo aerografo JX2
Per quanto rigruarda l'aerografo, The One viene fornito con il nuovo aerografo JX2, che ha rimpiazzato il precedente modello CX. Appena ho visto questo nuovo aerografo ho temuto che potesse rappresentare un passo indietro rispetto al CX, avendo un ugello tradizionale ad avvitatura a differenza di quello conico del modello precedente che non richiedeva assemblaggio, ma dopo sei mesi di uso continuato ed intenso con tutte le formule di Dinair, posso constatare che il JX2 sta funzionando ancora perfettamente come se fosse il primo giorno d'uso, e che non ho dovuto smontarlo neanche una volta per effettuare una pulizia profonda. L'unico mantenimento che ho effettuato è stato quello di usare le Cleaning Caps (incluse) dopo ogni uso. Il sistema delle Cleaning Caps consiste in due tappi di silicone che vi permettono di pulire l'aerografo semplicemente versando qualche goccia di pulitore Dinair nell'aerografo e lasciandolo agire per qualche ora o anche tutta la notte. Con questo sistema non ho mai dovuto smontare alcun pezzo, e questo rappresenta davvero un primato nella mia esperienza con questa marca.

La nuova linea di fondi Velvet
Nel video incluso in questo tutorial ho usato solamente "The One" per realizzare un intero makeup. Ho utilizzato i colori per occhi delle ultime due collezioni uscite chiamate "Crystal" e "Venus" collection, e la nuova linea di fondotinta Velvet. Con tree linee di fondotinta, una linea di correttori e una di additivi per aumentare la durata, più una linea per la copertura di tatuaggi, tutte declinate negli stessi 22 colori, pensavo che Dinair avesse la più completa varietà di prodotti possibile, quindi quando ho sentito che era stata aggiunta una ulteriore linea, la mia prima reazione è stata scettica. Dopo avere provato il prodotto ho capito però il perchè Velvet rappresenta una ottima aggiunta alla gamma di Dinair. Il suo finish è esattamente quello che il nome farebbe pensare: un effetto morbido e vellutato che si posiziona perfettamente tra la leggerezza della linea Glamour e l'alto potere coprente della linea Radiance. Naturalmente nel mondo dell'HD le differenze sono molto sottili, ma Velvet fornisce una copertura bellissima che è più gentile nelle zone difficili come il contorno occhi, dove non evidenzierà le linee sottili se applicata correttamente.

Raccomandazioni
"The One" ha un packaging molto semplice, e al momento è disponibile solo come parte di un kit che include quattro tonalità di fondi da scegliere a seconda della vostra tonalità, più una serie pre selezionata di colori per blush, illuminante e ombretto. Al momento l'applicatore non è disponibile singolarmente, ma spero che presto lo sarà.
"The One" rappresenta un incredibile miglioramento rispetto al primo compressore palmare offerto da Dinair in edizione limitata qualche anno fa. Il nuovo design esclusivo del kit rappresenta il più efficiente e versatile sistema palmare privo di tubi e cavi. Personalmente non potrei amarlo di più, ma attenzione: il prodotto è stato creato esclusivamente per l'uso con i prodotti di Dinair, e non è in grado di gestire altre formule pena il malfunzionamento. Lo ritengo quindi ideale per l'uso con i prodotti della sua casa madre, ma se usate anche prodotti di altre marche non potrà essere l'unico compressore presente nel vostro kit.


Pro Tips: 

-Per ottimizzare la durata della batteria è opportuno spegnere il compressore appena si finisce di spruzzare ogni step del makeup. Questo è reso facile dalla posizione del pulsante di accensione.

-Il compressore Dinair The One è stato creato per uso esclusivo con aerografi a flusso continuo ("azione singola"). Se il flusso d'aria viene bloccato, come avverrebbe usando un aerografo a doppia azione, il compressore potrebbe venire danneggiato.

Nota dell'autore: Come per tutte le mie recensioni fino a questo punto, questo articolo non è pagato nè sponsorizzato. Ringrazio Dina Ousley, George Lampman e Dasia Sibrian di Dinair per avermi fornito questo prodotto, e per il loro preziosissimo aiuto.

giovedì 18 giugno 2020

Ombretto per palpebra incappucciata: facile, duraturo e veloce con l'aerografo!



Parliamo di ombretto in situazioni più difficili, come una palpebra "incappucciata" con una pelle dalla texture più evidente. Quali accorgimenti particolari dovremo seugire per evitare che l'ombretto sviluppi crepe o che si stampi, e per assicurarne la durevolezza? Possiamo usare il nostro aerografo per applicare il makeup in un caso così difficile? Ecco una guida passo per passo basata sul mio ultimo video tutorial. Chi ha già visto i miei video sa che mi piace tenere le spiegazioni all'essenziale, e i sottotitoli che includo sono comunque in inglese per rendere il video fruibile in tutto il mondo, quindi ho pensato di spiegare più approfonditamente i passaggi nel testo che segue. 



STEP 1: Preparare la pelle

Il trucco aerografo consiste nel nebulizzare finemente dei pigmenti in sospensione liquida sulla pelle. Una pelle particolarmente oleosa richiede maggiori attenzioni perchè il trucco possa dare i risultati migliori, specialmente nel caso della palpebra "incappucciata", dove la pelle si ripiega su sè stessa nasconendo la piega palpebrale naturale. Per preparare la zona al meglio occorre, dopo avere pulito la pelle, idratare con una crema leggera e non oleosa. In seguito è opportuno applicare un tonico opacizzante, e infine una piccolissima quantità di primer, anche questo opacizzante. Per "piccolissima quantità" intendo davvero una capocchia di spillo, il minimo per fare sì che si possa picchiettare il prodotto tramite una spugnetta o un pennello senza lasciare alcun residuo.  Se il primer usato è a base siliconica (caratteristica comune alla maggior parte di questi prodotti), questo non creerà alcun problema anche se il makeup che useremo sarà a base d'acqua, a condizione che non si eccedano le quantità di prodotto e che l'ombretto venga stratificato in velature leggere.  Se la palpebra è particolarmente oleosa, una leggerissima applicazione di polvere HD (Silica) prima dell'ombretto aiuterà l'aderenza e la durabilità dello stesso. Nel video al quale mi riferisco in realtà non abbiamo incluso la cura della pelle precedente all'applicazione, e ho mostrato solamente l'uso del Primer per tutto il viso, il Primer Water di Smashbox, che era perfetto per la nostra modella grazie alla sua formula leggerissima e priva di oli. 

STEP 2: Preparare la struttura del makeup

Se sapete come truccare le palpebre incappucciate con gli ombretti in polvere, allora saprete anche cosa fare con un aerografo: si tratta di creare una illusione di profondità ricreando una piega palpebrale al disopra della sede naturale della stessa, che è nascosta dall'eccesso di pelle. Se non siete abituati ad aerografare zone più piccole del viso, potete spruzzare solamente aria per capire dove si poserà il colore grazie alla depressione momentanea che  il getto d'aria dell'aerografo alla distanza appropriata creerà sulla pelle. Una volta individuata la posizione del makeup, cercate di capire quali potenziali problemi si potrebbero creare a causa della texture della pelle: le increspature naturali orizzontali della palpebra dovranno essere distese per permettere una applicazione corretta. Per fare questo, distendete delicatamente la pelle alzandola dal sopracciglio o dalla tempia. Per le piccole incresapture verticali, specialmente nella zona dell'angolo interno, potete invece distendere la pelle dal setto nasale. 


STEP 3: Applicare il colore

A questo punto siete pronti per applicare il colore. Ricordate di regolare la pressione del compressore alla potenza minima sufficiente per atomizzare correttamente il prodotto (stesura uniforme senza grossi puntini visibili). Il settaggio dipenderà naturalmente da vari fattori come la viscosità del prodotto che state usando ed il tipo di compressore che avete. Fate pratica prima su voi stessi per assicurarvi di sapere quello che fate prima di tentare su un'altra persona. Dovrete appena sfiorare il pulsante fino ado ottenere una fuoriuscita minima di colore che poi potrete intensificare con passaggi ripetuti. La distanza crea la sfumatura, quindi esercitatevi a spruzzare da vicino e poi distanziandovi per creare un gradiente perfetto. Ricordate di asciugare il colore spruzzando solo aria dopo ogni passaggio e prima di rilasciare la pelle in tensione. Per un effetto più delicato, iniziate con i colori più chiari e terminate con quelli più scuri. Quando applicate il colore sulla palpebra mobile, iniziate dall'angolo esterno, che è sempre il punto più scuro. Per la palpebra inferiore dovrete usare uno stencil come mostro nel video. La tecnica è più facile di quello che sembra, basterà appoggiare la plastica con molta delicatezza e tenere presente il flusso d'aria del vostro aerografo evitando di dirigerlo nell'occhio. Se usate un aerografo a doppia azione, ricordate sempre di iniziare il flusso dell'aria lontano dal viso prima di avvicinarvi alla zona oculare. 

STEP 4: Ultimi tocchi

Una volta che avete terminato l'applicazione dell'ombretto, fate aprire gli occhi alla cliente e osservate come cambia la texture della pelle. Se si dovessero evidenziare delle piccole linee prive di colore a causa della lassità della pelle, come spesso accade con la pelle matura, potrete riapplicare il colore distendendo quelle zone. In alcuni casi, a seconda del prodotto che state usando, potreste riuscire a ritoccare il trucco con un pennello da dettaglio usando una piccolissima quantità del prodotto da una goccia che avrete dispensato su una palette di acciaio. Se questo procedimento dovesse rivelarsi problematico potrete comunque ritoccare con un ombretto in polvere compatibile. 

Sono sempre stato un grande fan dell'ombretto aerografato perchè la tecnica offre incredibili opportunità per realizzare sfumature perfette in modo veloce e duraturo. La formulazione del prodotto che userete (base acqua o silicone) determinerà gli accorgimenti che dovrete prendere durante l'applicazione. Entrambe le formule offrono bellissime possibilità. A differenza degli ombretti in polvere, che molto spesso si devono intensificare più volte per raggiungere la pigmentazione desiderata, i colori per aerografo offrono il massimo dell'intensità quasi da subito, ed è per questo che bisogna essere particolarmente delicati nell'applicazione. La pratica è fondamentale, ma diventare bravi richiede molto meno tempo di quello che potreste immaginare. 

giovedì 2 aprile 2020

Il makeup dopo il Corona Virus: conseguenze della pandemia sull'industria della bellezza, riflessioni e risposte.



Quale sarà l'impatto del virus Covid-19 sul settore della bellezza? Mentre il mondo ancora fatica a comprendere la portata della pandemia ed il suo impatto sull'economia in generale, potrebbe sembrare troppo presto per porsi questa domanda. Eppure c'è una cosa che appare già chiara e tragica: il modo in cui interagiamo gli uni con gli altri non sarà più lo stesso per un tempo presumibilmente molto lungo.

In un recente post sul suo profilo Facebook, il creatore di un famoso marchio di makeup americano ha posto una semplice domanda: "quante persone si lasceranno toccare la faccia con tranquillità dopo questo periodo?" Dopo queste parole, David ha continuato facendo un interessante parallelo con il periodo dopo l' 11 Settembre 2001, e con le conseguenze che quella crisi ha avuto sulle vite lavorative dei makeup artist negli Stati Uniti, ipotizzando che la situazione attuale potrebbe avere implicazioni molto più durature su scala globale. Come cambierà la percezione dell'immagine personale dopo la lunga quarantena che stiamo vivendo? E' possibile che lo smart working divenga sempre più la norma, e che l'importanza dell'apparire in pubblico sia drasticamente ridimensionata per il prossimo futuro? In assenza di una fine certa della crisi, quale conseguenza avrà la diminuzione forzata dell'importanza dell'immagine della persona viaggiando di pari passo con una insidiosa diffidenza verso la vicinanza di altre persone, soprattutto per quelle prestazioni che implichino il contatto ravvicinato di estranei?
Sebbene sia naturalemente troppo presto per rispondere a queste domande, esse rimangono nondimeno valide, e affrontare queste tematiche sarà una priorità importante per un intero settore della nostra economia che si tratti di grandi aziende o di singoli professionisti.

La mia personale risposta a tutto questo è forse scontata, dato quello che sono e quello che mi sforzo di rappresentare: io credo fermamente che ora più di sempre, il trucco aerografo rappresenti una opportunità unica per fare fronte alle sfide che ho appena descritto. Il fatto che l'aerografia offra l'applicazione di trucco più igienica possibile rappresenta una soluzione ineguagliabile alle esigenze che si verranno a creare, se pensate al fatto che un truccatore che sa usare efficacemente l'aerografo può eseguire un intero makeup quasi senza toccare il viso, con la possibilità di includere occhi, sopracciglia e persino eyeliner.
Per chi di voi stesse leggendo questo articolo per caso e si stesse chiedendo di cosa parlo, nell'aerografia il trucco va direttamente da un flacone al serbatoio dell'aerografo, con il quale viene poi nebulizzato sulla pelle e applicato senza alcun bisogno di pennelli, spugnette e cosa più importante, senza contatto con le dita. Con la giusta attenzione non avviene nessuna contaminazione tra i prodotti, ed ogni cliente riceve il beneficio di prodotti e strumenti intonsi e come nuovi. Se a questo vantaggio aggiungete l'uso di applicatori monouso per il rossetto ed il mascara, cosa che dovrebbe essere già una regola, avrete eseguito l'applicazione di makeup più igienica immaginabile. Se avete bisogno di una immagine concreta di questo procedimento, vi invito a guardare uno qualsiasi dei miei video per constatare quanto poco o nulla io abbia bisogno di toccare il viso della mia modella.

Naturalmente sono consapevole che i grandi conglomerati dell'industria della bellezza non daranno mai una vera chance a questa tecnica, a causa della sua necessaria -per quanto breve- curva di apprendimento e soprattutto a causa dei ridotti margini di guadagno: un solo aerografo fa il lavoro di un intero set di pennelli, ed un prodotto aerografabile fa da solo le funzioni di tre o quattro prodotti tradizionali, ad esempio un fondotinta non ha spesso bisogno di primer, cipria e spray fissante.
Nonostante questo, quelle coraggiose aziende e quei makeup artist con lo sguardo rivolto verso il futuro che hanno deciso di investire in questa tecnica, sono ora davanti ad una opportunità senza precedenti di soddisfare un cambiamento radicale nella percezione del pubblico, cioè la necessità di unire la massima igiene e sicurezza alla massima performance del makeup. 

E' proprio per celebrare queste aziende che oggi pubblico l'aggiornamento della nostra pagina dei LINK UTILI, dove potrete trovare la più completa lista al mondo di marchi dedicati al trucco aerografo. Per quanto riguarda i makeup artist, questo intero sito web rappresenta una risorsa gratuita che ho creato per aiutarvi nei vostri primi approcci alla tecnica, o per portare le vostre abilità già acuisite alla massima espressione, sperando anche di potervi incontare personalmente ad uno dei miei corsi. 


Daniele Pacini
TruccoAerografo.com
Aprile 2020

giovedì 2 gennaio 2020

Nuovo Corso di Trucco Aerografo nel 2020 a Bologna, Lecce, Roma, Napoli e Olbia!


PROSSIMI CORSI 2020:

Bologna: 16 e 23 Febbraio
Per info: 338 7565625 

Roma: 7 e 8 Marzo Presso Master Beauty University
Per info: 345 9953731 / 327 7006948

Maglie (Lecce): 22 e 23 Marzo Presso Image Academy 
Per info: 392 4645584 

Napoli: 27 e 28 Marzo Presso Benedetta Riccio Beauty Lab
Per info: 347 161 6173

Olbia: 5, 6 e 7 Aprile presso Work and Passion Lab
Per Info: 392 3712425

Possibilità di corsi individuali
Ogni ulteriore richiesta di info e comunicazione può essere indirizzata a: airglamguru@gmail.com Telefono: 3387565625


Il trucco aerografo (airbrush makeup) è una realtà anche in Italia! Dopo anni di durissimo lavoro sono orgoglioso di potere dire che anche nel nostro paese si può imparare questa straordinaria tecnica con un approccio a 360 gradi che ne mostra gli enormi vantaggi in modo obiettivo e indipendente da vincoli commerciali, paragonando tutte le migliori marche disponibili. Perchè il trucco aerografo è un universo a parte, e chi ne capisce il potenziale non vuole più rinunciare a questo straordinario alleato e agli incredibili risultati che esso permette di ottenere. Lo scopo del mio corso è prima di tutto questo: fare capire quanto la tecnica sia facile, e quanto sono vaste e diverse le possibilità offerte questo strumento e dai tantissimi prodotti creati per esso. 
-Daniele Pacini (AirGlam Guru / The Airbrush Makeup Guru).





Il trucco aerografo rappresenta una innovazione straordinaria per gli operatori nel campo del makeup professionale. Negli Stati Stati uniti e in Gran Bretagna già da diversi anni questa disciplina fa obbligatoriamente parte dei programmi delle scuole di trucco accreditate  dallo Stato. L'aerografo è quindi uno strumento irrinunciabile per ogni Makeup Artist che voglia rimanere competitivo e al passo con le esigenze dell'Alta Definizione.
I nostri corsi nascono dalla volontà di condividere questa tecnica straordinaria con il numero maggiore possibile di professionisti e amanti del makeup, e di farlo in modo indipendente da strategie di marketing per fornire informazioni obiettive alle condizioni più vantaggiose per gli studenti. Il fulcro di ogni corso è la nostra passione, ed il nostro entusiasmo.  

Vantaggi esclusivi del nostro programma 

-Programma indipendente da sponsorizzazioni, condivisione obiettiva di esperienza senza condizionamenti di sorta.
-Possibilità di sperimentare tutte le principali marche professionali (Temptu, Dinair, MAC, Kryolan, Kett, Graftobian, Endura, Occ, MUD, Mistair e altri)
-Dimostrazioni comparative tra le diverse formulazioni per aerografo: base ad acqua, base di silicone, base alcolica. 
-Moltissime esercitazioni pratiche, con assistenza individuale durante gli esercizi.
-Assistenza post-corso tramite esclusivo gruppo di Facebook riservato ai nostri diplomati, dove continua la condivisione di informazioni utili.
-Pagina dei diplomati pubblicata sul nostro sito: possibilità di essere inseriti gratuitamente in un elenco pubblico ai fini di ottenere contatti per lavoro free-lance. 
-Massima attenzione verso il contenimento dei costi, possibilità (senza alcun obbligo) di acquistare gli strumenti forniti per il corso (aerografo e compressore) a prezzi estremamente contenuti.
-Sconti esclusivi riservati ai nostri diplomati presso i principali distributori europei di prodotti
-Manuale del corso, stencil esclusivo e rilascio di attestato di partecipazione.

Programma del corso:

-Introduzione agli strumenti e ai materiali. Assemblaggio dell'aerografo e tecniche di pulizia veloce e approfondita per il mantenimento ottimale degli apparati.
-Tecnica aerografa: distribuzione del colore, sfumatura, riempimento uniforme.
-Tecnica aerografa applicata al trucco: correzione del viso HD contouring, base.
-Trucco aerografo "nude" e trucco spose.
-Trucco aerografo avanzato: il trucco degli occhi, sfumature, sopracciglia, labbra.
-Trucco aerografo avanzato: la copertura dei tattuaggi.
-Altri usi del trucco aerografo: effetti sui capelli e tattuaggi semipermanenti.
-Bodyart e Body Painting, introduzione e dimostrazione
-Comparazione pratica di diversi tipi e marche di trucco, sperimentazione con trucco a base d'acqua, base siliconica, base alcolica. 
-Come e dove reperire materiali e forniture ai migliori prezzi: consigli pratici

Durata del corso*:

Prima giornata: dalle 14 alle 19:30*
Seconda Giornata: Dalle 11 alle 19:30*, con una pausa pranzo (libero) di un'ora.
*Questi orari si riferiscono alle sessioni a Bologna, nostra città-base. Le sessioni in altre città avranno orari che potranno variare in base all'accademia che ci ospita.

L'insegnante: Daniele Pacini si è formato nel trucco durante una lunga carriera nello spettacolo. Nel 2011 ha iniziato a specializzarsi nel trucco aerografo, che ora usa esclusivamente. Ha scritto regolarmente per  la rivista Trucco e Bellezza (TreInitini Editore). 
Dal 2013 è il redattore del primo sito italiano dedicato esclusivamente al trucco aerografo (www.truccoaerografo.com) e della sua versione internazionale (www.airbrushmakeupguru.com). Ha frequentato il corso di trucco aerografo tenuto da Dinair presso Guru Makeup Emporium a Londra, e viaggia regolamente negli Stati Uniti per aggiornarsi direttamente dalle maggiori case produttrici con le quali gode di un ottimo rapporto di stima e di collaborazione. La sua conoscenza approfondita delle marche del settore, dimostrata in oltre quaranta video tutorial, fanno di Daniele un punto di riferimento per l trucco aerografo riconosciuto a livello mondiale.
Per maggiori informazioni potete telefonare al numero 3387565625.

Direttamente da Hollywood, Stati Uniti, la creatrice del leggendario marchio Dinair, primo distributore di trucco aerografo nella storia, ci ha citati in una trasmissione di Facebook Live raccomandando con entusiasmo i nostri corsi:



Alcune testimonianze dai nostri studenti dei corsi precedenti:


"Esperienza estremamente positiva e spiegata in maniera molto esauriente, soprattutto perché ha approfondito gli aspetti del marketing e della differenza tra le marche, il tutto in un clima amichevole" -Silvia Rosa, Makeup Artist per Beauty e Effetti Speciali

"Questo corso ha cambiato totalmente la mia visione del make-up! Talento, dedizione e tanta tecnica rendono Daniele un docente unico con la capacità di stimolare ed ampliare il bagaglio di informazioni che ogni truccatore dovrebbe avere". -Omar Turrini, Makeup Artist e Art Director

"A distanza di diversi anni, dopo un inizio scettico, il trucco aerografo occupa un posto importante nel mio lavoro. Sono stata fortunata ad incontrare Daniele, che con la sua straordinaria passione e compentenza ha fatto sì che potessi crescere pian piano." Federica Piovani, Wedding Makeup Artist

"Il vero insegnante è colui che riesce non solo ad comunicare un argomento, ma anche a trasmetterti l'amore per quell'argomento. Daniele riesce a creare una "dipendenza positiva" dall'aerografo, mostrandoci l'efficacia, la velocità e la versatilità di questa tecnica, e facendo sciogliere in un attimo i nostri preconcetti". Regina Azizova, Makeup Artist ed Influencer (ReginaInNeverland) 

"Imparare l'uso dell'aerografo nei corsi di Daniele è estremamete facile. Con esercizi mirati, prove pratiche e perchè no, anche due risate, ho scoperto un mondo che fino a prima sembrava impossibile" Francesco Di Santo, Makeup, Tatoo e Special Effect Artist



  




martedì 23 luglio 2019

Nuovo Corso di Trucco Aerografo Autunno 2019 a Bologna, Napoli, Cassino, Lecce


PROSSIMI CORSI 2019:

Bologna: 13 e 20 Ottobre 
Per informazioni: 338 7565625 

Cassino (Fr): 17 Novembre (Evento Speciale con Regina Azizova)
18 e 19 Novembre Presso Formae Artis / Ornella Galloni
0776 998636 / 327 3446671

Maglie (Lecce): 21 e 22 Novembre Presso Image Academy
392 4645584 

Napoli: 29 e 30 Novembre  Benedetta Riccio Beauty Lab
Per informazioni: 347 161 6173



Possibilità di corsi individuali
Ogni ulteriore richiesta di info e comunicazione può essere indirizzata a: airglamguru@gmail.com Telefono: 3387565625


Il trucco aerografo (airbrush makeup) è una realtà anche in Italia! Dopo anni di durissimo lavoro sono orgoglioso di potere dire che anche nel nostro paese si può imparare questa straordinaria tecnica con un approccio a 360 gradi che ne mostra gli enormi vantaggi in modo obiettivo e indipendente da vincoli commerciali, paragonando tutte le migliori marche disponibili. Perchè il trucco aerografo è un universo a parte, e chi ne capisce il potenziale non vuole più rinunciare a questo straordinario alleato e agli incredibili risultati che esso permette di ottenere. Lo scopo del mio corso è prima di tutto questo: fare capire quanto la tecnica sia facile, e quanto sono vaste e diverse le possibilità offerte questo strumento e dai tantissimi prodotti creati per esso. 
-Daniele Pacini (AirGlam Guru / The Airbrush Makeup Guru).





Il trucco aerografo rappresenta una innovazione straordinaria per gli operatori nel campo del makeup professionale. Negli Stati Stati uniti e in Gran Bretagna già da diversi anni questa disciplina fa obbligatoriamente parte dei programmi delle scuole di trucco accreditate dallo Stato. L'aerografo è quindi uno strumento irrinunciabile per ogni Makeup Artist che voglia rimanere competitivo e al passo con le esigenze dell'Alta Definizione.
I nostri corsi nascono dalla volontà di condividere questa tecnica straordinaria con il numero maggiore possibile di professionisti e amanti del makeup, e di farlo in modo indipendente da strategie di marketing per fornire informazioni obiettive alle condizioni più vantaggiose per gli studenti. Il fulcro di ogni corso è la nostra passione, ed il nostro entusiasmo.  

Vantaggi esclusivi del nostro programma 

-Programma indipendente da sponsorizzazioni, condivisione obiettiva di esperienza senza condizionamenti di sorta.
-Possibilità di sperimentare tutte le principali marche professionali (Temptu, Dinair, MAC, Kryolan, Kett, Graftobian, Endura, Occ, MUD, Mistair e altri)
-Dimostrazioni comparative tra le diverse formulazioni per aerografo: base ad acqua, base di silicone, base alcolica. 
-Moltissime esercitazioni pratiche, con assistenza individuale durante gli esercizi.
-Assistenza post-corso tramite esclusivo gruppo di Facebook riservato ai nostri diplomati, dove continua la condivisione di informazioni utili.
-Pagina dei diplomati pubblicata sul nostro sito: possibilità di essere inseriti gratuitamente in un elenco pubblico ai fini di ottenere contatti per lavoro free-lance. 
-Massima attenzione verso il contenimento dei costi, possibilità (senza alcun obbligo) di acquistare gli strumenti forniti per il corso (aerografo e compressore) a prezzi estremamente contenuti.
-Sconti esclusivi riservati ai nostri diplomati presso i principali distributori europei di prodotti
-Manuale del corso, stencil esclusivo e rilascio di attestato di partecipazione.

Programma del corso:

-Introduzione agli strumenti e ai materiali. Assemblaggio dell'aerografo e tecniche di pulizia veloce e approfondita per il mantenimento ottimale degli apparati.
-Tecnica aerografa: distribuzione del colore, sfumatura, riempimento uniforme.
-Tecnica aerografa applicata al trucco: correzione del viso HD contouring, base.
-Trucco aerografo "nude" e trucco spose.
-Trucco aerografo avanzato: il trucco degli occhi, sfumature, sopracciglia, labbra.
-Trucco aerografo avanzato: la copertura dei tattuaggi.
-Altri usi del trucco aerografo: effetti sui capelli e tattuaggi semipermanenti.
-Bodyart e Body Painting, introduzione e dimostrazione
-Comparazione pratica di diversi tipi e marche di trucco, sperimentazione con trucco a base d'acqua, base siliconica, base alcolica. 
-Come e dove reperire materiali e forniture ai migliori prezzi: consigli pratici

Durata del corso*:

Prima giornata: dalle 14 alle 19:30*
Seconda Giornata: Dalle 11 alle 19:30*, con una pausa pranzo (libero) di un'ora.
*Questi orari si riferiscono alle sessioni a Bologna, nostra città-base. Le sessioni in altre città avranno orari che potranno variare in base all'accademia che ci ospita.

L'insegnante: Daniele Pacini si è formato nel trucco durante una lunga carriera nello spettacolo. Nel 2011 ha iniziato a specializzarsi nel trucco aerografo, che ora usa esclusivamente. Ha scritto regolarmente per  la rivista Trucco e Bellezza (TreInitini Editore). 
Dal 2013 è il redattore del primo sito italiano dedicato esclusivamente al trucco aerografo (www.truccoaerografo.com) e della sua versione internazionale (www.airbrushmakeupguru.com). Ha frequentato il corso di trucco aerografo tenuto da Dinair presso Guru Makeup Emporium a Londra, e viaggia regolamente negli Stati Uniti per aggiornarsi direttamente dalle maggiori case produttrici con le quali gode di un ottimo rapporto di stima e di collaborazione. La sua conoscenza approfondita delle marche del settore, dimostrata in oltre quaranta video tutorial, fanno di Daniele un punto di riferimento per l trucco aerografo riconosciuto a livello mondiale.
 
Per maggiori informazioni potete telefonare al numero 3387565625.

Direttamente da Hollywood, Stati Uniti, la creatrice del leggendario marchio Dinair, primo distributore di trucco aerografo nella storia, ci ha citati in una trasmissione di Facebook Live raccomandando con entusiasmo i nostri corsi:



Alcune testimonianze dai nostri studenti dei corsi precedenti:


"Esperienza estremamente positiva e spiegata in maniera molto esauriente, soprattutto perché ha approfondito gli aspetti del marketing e della differenza tra le marche, il tutto in un clima amichevole" -Silvia Rosa, Makeup Artist per Beauty e Effetti Speciali

"Questo corso ha cambiato totalmente la mia visione del make-up! Talento, dedizione e tanta tecnica rendono Daniele un docente unico con la capacità di stimolare ed ampliare il bagaglio di informazioni che ogni truccatore dovrebbe avere". -Omar Turrini, Makeup Artist e Art Director

"A distanza di diversi anni, dopo un inizio scettico, il trucco aerografo occupa un posto importante nel mio lavoro. Sono stata fortunata ad incontrare Daniele, che con la sua straordinaria passione e compentenza ha fatto sì che potessi crescere pian piano." Federica Piovani, Wedding Makeup Artist

"Il vero insegnante è colui che riesce non solo ad comunicare un argomento, ma anche a trasmetterti l'amore per quell'argomento. Daniele riesce a creare una "dipendenza positiva" dall'aerografo, mostrandoci l'efficacia, la velocità e la versatilità di questa tecnica, e facendo sciogliere in un attimo i nostri preconcetti". Regina Azizova, Makeup Artist ed Influencer (ReginaInNeverland) 

"Imparare l'uso dell'aerografo nei corsi di Daniele è estremamete facile. Con esercizi mirati, prove pratiche e perchè no, anche due risate, ho scoperto un mondo che fino a prima sembrava impossibile" Francesco Di Santo, Makeup, Tatoo e Special Effect Artist



 




giovedì 20 giugno 2019

Come nascondere i tatuaggi in modo ultra veloce e resistente, per trucco sposa o altra occasione.



Il trucco aerografo permette la copertura più veloce, duratura e impercettibile che si possa ottenere. Nel video tutorial qui sotto potete vedere il procedimento praticamente in tempo reale. In questo articolo vorrei spiegare le fasi in modo un poco più dettagliato, con una premessa: sebbene la tecnica aerografa è molto più facile di quanto si pensi comunemente, è ovviamente meglio non improvvisarsi nel suo uso su un'altra persona. Per evitare di acquistare materiali sbagliati o di utilizzare i prodotti in modo non efficiente, vi invito a considerare uno dei nostri corsi, o almeno la lettura approfondita delle varie sezioni di questo sito.

SELEZIONE DEI MATERIALI

La tecnica aerografa offre una incredibile coprenza che rimane praticamente impercettibile, grazie al processo di nebulizzazione dei fondi. Ci sono molte marche che producono trucco specifico per aerografo, che per sua natura permette una asciugatura rapida ed ha una particolare resistenza. Consiglio quindi prima di tutto di utilizzare una marca per aerografo, piuttosto che tentare di nebulizzare un fondotinta classico. Le aziende che producono prodotti di makeup per l'aerografo hanno spesso a disposizione diverse linee. Usare un normale fondotinta per aerografo permette una copertura veloce del tatuaggio, ma questa non sarà particolarmente resistente all'acqua o allo sfregamento. Con un fondotinta a base di silicone si può già creare una copertura impermeabile, tuttavia sarano proprio i prodotti specifici per copertura tatuaggi ad offrire il massimo risultato. Tra questi spiccano senz'altro due: Tattoo Cover di Dinair e la linea Dura di Temptu.
Il prodotto Tattoo Cover (uscito inizialmente con il nome di Colair Extreme), è una formula a base d'acqua che diventa comunque resistentissima all'acqua stessa e allo sfregamento. E' un prodotto veramente straordinario che si presta anche come bloccante per discromie gravissime e come fondo per applicazioni prostetiche negli effetti speciali, dove non ha interazioni negative con materiali come il lattice proprio grazie alla sua formula a base d'acqua. E' disponibile in quasi tutte le tonalità delle linee per il trucco beauty create da Dinair (Glamour, Radiance, Soft Glow e Neutralizer).
La linea Dura di Temptu è invece a base di alcool, ed è disponibile in dodici tonalità che rispecchiano quelle della linea classica S/B della stessa azienda. Sono disponibili anche aggiustatori di tonalità per effettuare una pre-correzione del tatuaggio, ma questa non è quasi mai necessaria.
Altri prodotti che possono essere usati con grande successo per coprire un tatuaggio in modo credibile, impercettibile e duraturo sono la linea Endura di European Body Art (base alcool), la linea Hydro Proof di Kett (base alcool) e la linea Nebula di Kryolan (base silicone). I link a tutte queste marche e ai loro distribuori europei sono presenti nella pagina LINK UTILI di questo sito web.
 


COPERTURA STEP BY STEP DEI TATUAGGI

Il procedimento di copertura dei tatutaggi ha fasi comuni a tutti i prodotti elencati qui sopra, al dilà della loro composizione. La durata delle fasi e gli accorgimenti varieranno leggermente a seconda della vostra scelta.

STEP 1: Rasatura
Per un risultato ottimale è sempre necessario radere la zona dove si trova il tatuaggio anche quando questa non presenta una peluria visibile. Anche i peli più sottili e morbidi creeranno texture se non raderemo prima la pelle.

STEP 2: Sgrassatura
Dopo la rasatura è consigliabile attendere un paio di minuti, poi si può passare alla pulizia della pelle con alcool isopropilico puro. Questo toglierà ogni residuo oleoso dalla pelle rendendola pronta alla copertura.

STEP 3: Velature di colore
Ora si può procedere alla stesura di velature leggere di colore. E' fondamentale avere testato il colore prima dell'applicazione per trovare la tonalità (o la miscela di più tonalità) più simile alla pelle. In questa fase è importante non cercare di coprire immediatamente tutto il tatutaggio, ma stendere appunto velature leggere sovrapponendo le quali si otterrà la copertura desiderata, mantenedo una distanza appropriata in modo da non creare macchie concentrate di colore. Procedere in questo modo darà al colore più tempo per asciugarsi. Molti prodotti aerografabili appaiono più chiari appena nebulizzati, e occorrono diversi secondi perchè si asciughino e si ossidino mostrando la tonalità definitiva. Come dicevo sopra non occorre fare correzioni con colori complementari. I fondi saranno sufficentemente coprenti, anche in caso di tatuaggi colorati.

STEP 4: Fissaggio
Una volta stratificate le velature di colore si puà passare al fissaggio della zona tramite una polvere HD o una cipria, che toglierà i residui di adesività e di umidità che potrebbero essere rimasti. Questo è  uno step fondamentale. E' consigliabile usare una polvere in una tonalità che sia il più simile possbile all'incarnato. La polvere si può stendere con un pennello, e dopo pochi secondi si può passare a rimuoverla usando anche acqua nebulizzata.

STEP 5: Macchiettatura (Facoltativo)
Anche se il prodotto aerografato non aggiunge texture alla pelle, la sua grande coprenza può creare un effetto molto uniforme e quindi artificioso, anche a seconda dell'uniformità cromatica della pelle che stiamo coprendo. Se vogliamo rompere questa uniformità ed ingannare ancora meglio l'occhio, possiamo ricreare con tonalità di forndi più scure (o addirittura con blush aerografabili) le minuscole discromie della pelle. Per questo si può usare la tecnica propria degli effetti speciali dello Spatterning (in italiano "gocciolatura" o "macchiettatura"). Basterà rimuovere i puntali dell'ago e dell'ugello, abbassare la pressione dell'aria al minimo, e fare una azione velocissima sul pulsante dell'aerografo, restando ovviamente distanti dalla pelle ora che la punta dell'ago è scoperta.

PULIZIA DEGLI STRUMENTI E RIMOZIONE
Lavorando con prodotti a base di alcool o con Tatoo Cover sarà fondamentale pulire l'aerografo immediatamente dopo l'applicazione del colore. Non farlo significherà una lunghissima e accuratissima pulizia approfondita in un secondo tempo, perchè questi colori formano pellicole resistentissime. Rimuovere la copertura tatuaggio dalla pelle è invece facile usando alcool isopropilico, o in sua assenza uno struccante molto oleoso.

CAMOUFLAGE O EFFETTI SPECIALI?
Per un risultato soddisfacente è importante tenere presente che una copertura tatuaggi in ambito "beauty" è un camouflage, quindi un modo di distogliere l'occhio da un particolare che sarebbe altrimenti ovvio. Per una copertura assolutamente perfetta che ricrei la struttura della pelle nei minimi dettagli si useranno non colori bloccanti, ma colori ad alcool semi trasparenti che si sovrapporranno con velature di minuscole macchioline. Questa tecnica rientra però nell'ambito degli effetti speciali, e non è l'oggetto di questo tutorial.  



giovedì 16 maggio 2019

"Trucco non Trucco" con l'aerografo per l'estate: recensione dell' Onyx Starter Kit di Mistair



Mistair è stata la prima marca che ho recensito su queste pagine quando ho iniziato la pubblicazione di truccoaerografo.com. Avevo incontrato il team di questa azienda al Cosmoprof, ed essendo l'unico marchio dedicato al trucco aerografo di quella edizione, finii per passare molto tempo a conoscere i loro prodotti.
Oggi il catalogo di prodottti di Mistair è stato rivisto, ma è ancora molto vasto, con una linea per il beauty a base di silicone che include 14 tonalità di fondi, 8 di blush e di illuminanti, 7 per le sopracciglia e infine 8 correttori e aggiustatori di tonalità. Ci sono anche due linee per il body painting, una a base d'acqua ed una a base di alcool, ed un prodotto molto interessante per creare effetti sui capelli chiamato Hairlites.

La Formula Mistair
Trucco Aerografo con Mistair
Come dicevo tutti i colori per il beauty sono a base di silicone, e credo che la formula sia stata aggiornata da quando li ho provati la prima volta. I prodotti sono paragonabili alla linea S/B di Temptu, ma hanno una texture ancora più leggera e si asciugano più velocemente. I fondotinta hanno un finish molto naturale ed appena percettibile sulla pelle, con una coprenza graduale che si puà intensificare con pochi passaggi. I colori per i blush sono delicati ma possono essere anch'essi intensificati. I colori opalescenti del gruppo degli illuminanti offrono delle bellissime tonalità, alcune delle quali sono anche duocrome, come il bellissimo colore Cornsilk che da un bianco perlato passa a tonalità di rosa. Come tutti i colori per aerografo, anche questi possono essere usati per qualsiasi area del viso, e la velocità dell'asciugatura li rende adatti all'uso sulle palpebre per creare velocemente degli effetti naturali. Non avendo colori dal gruppo specifico per le sopracciglia, ho usato per riempirle il fondotinta più scuro, ed il risultato è stato molto naturale e durevole, come potete vedere nel video tutorial incluso. 




The Onyx Kit
MIstair Onyx Airbrush Kit
L'offerta di Kit di Mistair è attualmente limitata a tre modelli a partire da 159 sterline. Il kit chiamato Onyx Airbrush Makeup Starter Kit è il più economico dei tre, ed è l'opzione "entry level". Il bundle include un compressore standard con pressione regolabile, un tubo adatto ai connettori inseribili a spinta, ed un aerografo a "flusso continuo", che viene erroneamente inicato sul loro sito come aerografo ad "azione singola". Per chi di voi non fosse addentro la terminologia, "Flusso Continuo" significa che l'aria inizia ad uscire dall'aerografo appena si accende il compressore, e che si può usare il pulsante sull'aerografo stesso per regolare la quantità di colore emesso. Questo tipo di modalità è quello usato più spesso dalle aziende di trucco in quanto più efficiente ed efficace per il beauty. Anche le specifiche del compressore sono riportate in modo inesatto sul sito, dove la pressione massima viene indicata come 15 PSI, mentre da un test effettuato da me con il manometro ho verificato che raggiunge tranquillamente i 20 PSI, il che è sicuramente un vantaggio. In ogni modo questo compressore non è particolarmente potente e potreste avere difficoltà se cercate di utilizzarlo con i prodotti di altre aziende dalla consistenza meno fluida, ma per quanto riguarda i colori di Mistair, per i quali dopotutto è stato selezionato, non avrete alcun problema.

100% Aerografato con Mistair
Per quanto riguarda il makeup incluso  nel kit, ci sono varie opzioni. L'Onyx Starter Kit viene con un pacchetto di colori appositamente selezionati che include quattro tonalità di fondi (da scegliere tra Chiaro, Medio, o Scuro (Deep) ed un colore abbinato di blush, uno di illuminante ed uno per le sopracciglia. Naturalmente più colori avrete a disposizione più possibiità avrete di fare pratica e di divertirvi, quindi c'è anche la versione De Luxe del Kit con inclusi molti più colori. Come molte altre aziende di trucco aerografo, Mistair raggruppa i suoi colori in pacchettini chiamati Starter Kits che nel caso di quesa azienda particolarmente convenienti in termini di prezzo, quindi potete sempre acquistare altri colori più tardi senza fare soffrire troppo il portafoglio. Anche il packaging di questi starter kit di colori è stato aggiornato negli ultimi anni, e tutto ha un aspetto molto piacevole. Sfortunatamente però l'azienda utilizza ancora gli stessi flaconcini per le loro misure da 7,5 ml. I tappi di queste bottigliette infernali non chiudono ermeticamente, quindi dopo un po' noterete che la parte acquosa dei colori diminuisce anche se non li usate. Vi suggerisco quindi di stringere i tappi  appena ricevete i colori, perchè noterete che potrete avvitarli ancora di mezzo giro, e sperabilmente questo rallenterà l'evaporazione. Un altro aspetto fastidioso sono poi gli adesivi con il nome del colore che si trovano sul fondo di ogni flacone, e che si staccano addirittura prima che tiriate fuori i colori dalla pochette, quindi vi consiglio di armarvi di colla e di riattaccarli già dalla prima volta che li usate. Parlando di una cosa molto più piacevole per quanto riguarda il packaging, Mistair ha creato una bellissima valigetta per il kit Onyx customizzata con degli inserti in gommapiuma che si possono staccare. La valigettà è elegante e ancora una volta ha un prezzo molto contenuto, e decisamente ve la raccomando se scegliete di acquistare questo kit.

Inci dei colori Mistair:

Purified Water, Cyclotetrasiloxane (and) Cyclopentasiloxane, Glycerin, Polysobutene, Cetyl Dimethicone, Copoyol, Sodium Chloride, C12-15, Alkyl Bensoate, VP/VA Copolymer, Methyl Paraben, Disodium EDTA, Propyl Paraben, +/- Acrylates Copolymer. May contain: Titanium Dioxide (and) Methicone, Yellow Iron oxide, Red Iron Oxide, Black Iron Oxide, Carbon black, CL 77891, CL 45410, CL 77007, CL 77288