mercoledì 26 aprile 2017

La Verità sul Trucco Aerografo: sfatiamo i 7 falsi miti più comuni!


Nel presentare con orgoglio la versione aggiornata della più completa lista al mondo di link relativi al trucco aerografo, oggi vorrei parlarvi dei falsi miti e dei fraintendimenti più comunemente diffusi riguardo all'aerografia nel campo del makeup. 
Mi occupo di trucco aerografo -e solo di trucco aerografo- dal 2011. Negli ultimi sei anni ho viaggiato in lungo e in largo ed incontrato personalmente molti degli ideatori, creatori e produttori dei marchi storici di questo settore, spesso studiando con loro, altre volte semplicemente intervistandoli. Ho fatto ricerche su tutte le aziende che si occupano di makeup per aerografo, ed ho acquistato, testato e dimostrato tutti i prodotti che ho potuto. E' un processo in continuo divenire, ma i risultati sono visibili da chiunque nei nostri video  (dove ogni look è eseguito da me personalmente e dove non sono stati applicati alcun tipo di filtri), e nei post di questo sito web, tutti scritti da me personalmente. Ora che sapete qualcosa in più sulla mia esperienza, è arrivato il momento di iniziare a demolire falsi miti... 

Falso mito numero 1: Il trucco aerografo è una tecnica difficile, ed è solo per esperti.
In realtà: Usare un aerografo non è più difficile che usare un pennello. L'idea che sia difficile deriva dal fatto che, a differenza dei pennelli, probabilmente non vi hanno messo in mano un aerografo da quando eravate bambini. In realtà una volta acquisite alcune semplici tecniche di base, capirete che un aerografo è anche più facile da usare di un pennello, perchè sfuma i colori da solo. Tutto quello che dovete fare è imparare a controllarlo. Come dice Dina Ousley, creatrice di Dinair, se potete tenere in mano una penna, potete usare un aerografo. 

Falso mito numero 2: Pulire un aerografo è difficile e richiede molto tempo.
In realtà: Una volta abituati, pulire un aerografo non richiede più tempo che pulire un pennello. In realtà si fa addirittura prima, perché i pigmenti scivolano via dal metallo molto più velocemente di quanto lo facciano dalle setole. Questo mito deriva dal fatto che non si può omettere di pulire seppur minimamente l'aerografo dopo averlo usato, mentre spesso molti omettono di pulire i pennelli. A proposito, se siete truccatori e non pulite i pennelli dopo ogni singolo cliente, probabilmente dovreste cambiare mestiere.

Falso mito numero 3: Non si può, in nessun caso, aerografare vicino agli occhi (per coprire le occhiaie)
In realtà: Se non sapete come farlo, sono d'accordo che non dovreste provarci. In realtà con la giusta pressione e la dovuta attenzione si può fare e probabilmente si dovrebbe. Non ci credete? Guardate uno qualsiasi dei nostri video, io dimostro la tecnica ogni volta e le mie modelle sono perfettamente a loro agio. Allora vi chiederete perché si dovrebbe fare? Perché i prodotti creati per aerografo permettono una stratificazione ultra sottile, e se applicati correttamente non si spostano concentrandosi nelle piccole rughe.

Falso mito numero 4: Il trucco aerografo è comunque utilizzabile solo per contouring e base.
In realtà: Questo è ridicolo. La verità è che si possono creare i più incredibili effetti sulle palpebre nel minore tempo immaginabile. Ancora una volta è una questione di pratica e di conoscenza dei materiali, la quantità necessaria delle quali varia da persona a persona. Ai nostri corsi ho avuto studenti che hanno realizzato un trucco occhi perfetto già al secondo giorno, il che mi rende molto orgoglioso e anche un po' geloso perché io stesso non sono stato così veloce ai miei primi tentativi.

Falso mito numero 5: Dovete SEMPRE/ non dovete MAI usare un movimento circolare quando aerografate il trucco.
In realtà: Se mantenete il vostro aerografo in movimento costante potete usare qualsiasi movimento sia adatto all'area sulla quale state stratificando le velature di colore. Un movimento circolare è sbagliato solo se tenete l'aerografo nella stessa identica posizione, ma se lo muovete costantemente su tutta l'area è in realtà un modo molto efficiente per ottenere una copertura uniforme. Questo mito è propagato da pittori con aerografo che hanno in seguito iniziato ad insegnare makeup con la pretesa di applicare al volto le stesse esatte regole che usavano per la tela, ed è rimasto in testa ad alcuni youtubers molesti che hanno preso la loro raccomandazione alla lettera. In tutti i nostri video usiamo movimenti circolari, lineari, "dagger strokes" e qualsiasi altro movimento necessario.

Falso mito numero 6: I veri professionisti non usano mai aerografi ad "azione singola".
In realtà: La dicitura "Azione Singola" è un fraintendimento creatosi nell'industria del beauty americano per indicare invece gli aerografi a "flusso d'aria continuo" (dove l'aria esce appena si accende il compressore, senza bisogno di premere in basso il pulsante, ma tirandolo normalmente indietro per regolare il flusso di colore).  Sbeffeggiati dai pittori che insegnano makeup, questi aerografi "a flusso continuo" sono in realtà più pratici e semplici da usare, ed è per questo che le aziende di trucco aerografo li preferiscono. I veri aerografi ad "azione singola" (dove la leva si muove solo in alto e in basso, come il flusso di una bomboletta spray) si usano solo negli effetti speciali, e nessuna azienda di trucco beauty li distribuisce. Pubblicheremo presto un post più approfondito su questo argomento.

Falso mito numero 7: Non si può MAI fare "questo o quello" con un aerografo.
In realtà: Chiunque afferma questo o è male informato o sta mentendo sapendo di mentire. Certamente ci sono cose che preferirete comunque fare con altri metodi, ma se dite che con un aerografo non si può fare qualcosa, probabilmente è perché non lo state usando correttamente...

Grazie per avere letto fin qui. Spero che quanto sopra non vi sembri in alcun modo troppo diretto o arrogante. Come sempre scaturisce solo dalla passione per questa tecnica straordinaria.


Daniele Pacini,
Editor,
www.truccoaerografo.com
www.airbrushmakeupguru.com



1 commento: